Il tuo carrello

Librostore 2022: il report dei libri e generi più ordinati

Un report per capire quali sono i titoli più apprezzati dalle librerie indipendenti

Ventiquattro nuovi editori sul portale, un numero sempre più grande di librerie iscritte. Ma quali sono i libri che le librerie non smettono di ordinare? Il report del 2022 ci regala un'istantanea fedele e sorprendente dell'editoria indipendente, dei temi che fa emergere e di come si diffondono.

Librostore 2022: il report dei libri e generi più ordinati

 

Circa due anni fa, quando abbiamo deciso di lanciare il progetto Librostore, stavamo cercando di promuovere un'alternativa a un sistema editoriale attraversato da una crisi che palesava la necessità di rivedere alcuni processi. Abbiamo raccolto le istanze di editori e librerie e ci siamo attivati per fornire una risposta efficiente, con gli strumenti che avevamo e creandone di nuovi. Librostore è nato da una spinta condivisa, e tuttora sta crescendo seguendo gli stimoli e i suggerimenti di chi ha scelto di farne parte e di costruire piano piano un discorso diverso, dinamico, dialogico, e critico. È un progetto che avanza e si modifica, aperto alle riflessioni di tutti gli attori che contribuiscono ogni giorno a far crescere l'editoria, soprattutto dal basso, soprattutto quella indipendente, quella fetta così importante e spesso messa in condizioni di difficoltà da diversi fattori.

 

Nuovi editori indipendenti su Librostore

 

A distanza di due anni abbiamo raccolto risultati incredibili. Tiriamo le somme e ci rendiamo conto di aver fatto tanta strada, grazie alla nostra volontà e impegno, e grazie all'energia e alla fiducia che hanno riposto in noi tantissimi editori e librerie. Vogliamo condividere alcuni dati, che parlano di chi siamo e dove stiamo andando, di chi cammina con noi e delle caratteristiche del mondo editoriale in cui operiamo. Nel 2022 sono entrati nuovi editori all'interno della proposta Librostore, 24 nuovi editori indipendenti, piccoli e medi, ognuno con la sua identità ben precisa, con un taglio editoriale originale, capace di intercettare il bisogno di qualità dei lettori e delle lettrici, e di parlare dei temi urgenti del nostro tempo tramite nuovi linguaggi e scelte coraggiose.

Questi editori hanno incontrato la domanda di centinaia di librerie (225 in più nel 2022) attente a scoprire nuove case editrici indipendenti, e a rafforzare la proposta per i lettori e le lettrici. È un'enorme soddisfazione poter contribuire a mettere in contatto diretto gli editori e le librerie che si muovono nella stessa direzione e condividono visioni in comune, e sapere che grazie a queste connessioni i lettori e le lettrici possono incontrare rapidamente un bacino sempre più ampio di libri di qualità. C'è ancora da fare, ma intanto speriamo che questo dato positivo sia premessa e parte di un processo virtuoso inarrestabile e arricchente per tutti.

 

I generi editoriali più ordinati sul portale

 

Sui social abbiamo pubblicato un report sintetico di quali sono i generi più ordinati dalle librerie indipendenti iscritte al portale Librostore. Non ci stupiamo di alcuni dati, ma se visti da un punto di vista più ampio marcano una differenza netta rispetto alle statistiche e ai dati nazionali. Librostore si è distinta fin da subito per una forte caratterizzazione data da editori che portano avanti discorsi di impegno sociale, di impronta critica e con un occhio di riguardo verso i mutamenti e le rivendicazioni sociali, politiche e culturali attuali. Diritti, femminismo, ma anche saggistica su storia e geografia sono sezioni importanti del totale di ordini effettuati sul portale.

Narrativa straniera: 24%

 

Ma in prima posizione, tra i generi più ordinati, c'è la narrativa straniera, con un importante 24%. Uno dei libri più ordinati, e di cui si è parlato tantissimo, è La cronologia dell'acqua di Lidia Yuknavitch, di Nottetempo. Lo citiamo volentieri come esempio, perchè a nostro avviso rappresenta molto bene il tipo di narrativa straniera che suscita il maggiore indice di gradimento tra le librerie su Librostore: originale e graffiante. Inoltre è un titolo di cui si parla ancora molto, e che resiste alla prova delle "novità", una parte delle quali, purtroppo o per fortuna, dopo sei mesi perde di slancio e di presa sul pubblico e la critica.

Altri titoli di romanzi stranieri che in libreria hanno riscosso un alto tasso di gradimento sono usciti in Italia grazie a 66thand2ndUn lutto insolito di Yewande Omotoso, poliedrica scrittrice nata nelle Barbados e “fattasi” sudafricana dopo aver trascorso la giovinezza in Nigeria, e Dimora di ruggine di Khadija Abdalla Bajaber, "un romanzo epico, in cui la protagonista, dal piglio femminista, si distingue per la capacità di determinare il proprio futuro. A immagini profondamente poetiche si affiancano scene dalle tinte horror, in un contrasto che affascina per la potenza narrativa".

Salta subito all'occhio la presenza forte di voci altre, fuori dai confini del conosciuto, della narrativa americana, europea o – utilizzando un'etichetta che non ci piace ma può rendere l'idea – della letteratura "occidentale". 

 

Politica e Impegno sociale: 18%

 

Il dato che ci ha in parte stupito in parte ci ha confermato quanto abbiamo anticipato nelle premesse di questo articolo, è quello relativo alla seconda posizione. Il 18% di libri ordinati nel 2022 sul portale rientrano all'interno di una categoria che abbiamo definiti Politica e Impegno sociale (che è stato necessario separare dalla categoria di saggistica Femminismo, in quanto quest'ultima ha fatto esplodere un trend fortissimo tutto suo).

Tra i libri più ordinati in assoluto (tra le prime posizioni della top ten) segnaliamo Da che parte stiamo: la classe conta di bell books, Tamu Edizioni. Un libro che parla di classe, di oppressione razziale, di povertà. Che questi temi siano tra i più "caldi" e sentiti per le librerie con le quali lavoriamo ci restituisce l'importanza di quanto facciamo, ma soprattutto di quanto fanno gli editori indipendenti, come Tamu. Un altro titolo che rientra tra le prime dieci posizioni in assoluto e all'interno della categoria Politica e impegno sociale è Il lavoro non ti ama. O di come la devozione per il nostro lavoro ci rende esausti, sfruttati e soli, di Sarah Jaffe, edito da Minimum Fax. Quando diciamo che i libri e i generi ordinati su Librostore parlano delle urgenze del nostro tempo ci riferiamo proprio a questo. Un libro che parla di come la dedizione al lavoro stia manipolando le nostre emozioni è senz'altro lo specchio di un bisogno stringente che attraversa le vite di molti. Come si legge nella sinossi: "Questo non è soltanto un libro che «fa pensare»: è un'istigazione al cambiamento, lo strumento per accendere una rivoluzione." Siamo felici che sia arrivato a quante più librerie possibili.

All'interno dei libri più ordinati in assoluto, poco dopo le prime dieci posizioni troviamo una pubblicazione del 2021 che ha mantenuto un'eco di rilievo: Manifesto della Cura di The Care Collective, pubblicato da Edizioni Alegre in un anno ancora attraversato dagli strascichi del distanziamento sociale e della crisi su più fronti innescata dalla pandemia di Covid-19. Le riflessioni tra le pagine di questo libro continuano ad essere fondamentali per affrontare le derive postcovid, il nucleo centrale e la domanda che nasconde è racchiusa in quella parola che rende così significativo il titolo: cura. Il collettivo inglese che ha prodotto questo volume "risponde a questa domanda individuando quattro cardini fondamentali per dare vita a comunità di cura: il mutuo soccorso, lo spazio pubblico, la condivisione di risorse e la democrazia di prossimità."

 

Femminismo: 15%

 

L'altra grande fetta di ordini riguarda sempre la saggistica e si avvicina molto ai temi che abbiamo già presentato. Il femminismo si attesta in terza posizione con il 15% dei titoli movimentati dal nostro magazzino. Possiamo svelare che questo dato si deve molto a un editore e a un'autrice che abbiamo già citato (e che compare in diverse posizioni). Tamu Edizioni e bell books. Nelle primissime posizioni, tra le prime tre dei libri ordinati quest'anno, troviamo il loro bestseller, che anche nel 2021 si trovava in cima alla classifica, al numero uno: Il femminismo è per tutti. Una politica appassionata di bell hooks. Il libro non ha bisogno di presentazioni.

Un altro libro che ha viaggiato molto è Campo di battaglia - Le lotte dei corpi femminili di Carolina Capria, pubblicato da effequ. effequ fa parte di Librostore dal 2022, e da subito ha smosso moltissima energie ed entusiasmo da parte delle librerie. Oltre al libro di Carolina Capria segnaliamo un altro titolo, uscito a fine 2021 ma rimasto sulla cresta dell'onda per tutto il 2022, sempre vendutissimo nelle librerie indipendenti, anche grazie alla nuova edizione ampliata. Si tratta di Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole di Vera Gheno.

Anche se forse non rientra strettamente all'interno della categoria femminismo vale la pena di citare un terzo libro di effequ che compare tra i venti libri più ordinati su Librostore: Per una rivoluzione degli affetti. Pensiero monogamo e terrore poliamoroso di Brigitte Vasallo.

Un libro che mette in crisi uno dei pilastri più solidi e intoccabili della cultura occidentale. Chiudiamo questa breve panoramica su questa tematica con un libro di Alegre, pubblicato a metà 2022: Blues e femminismo nero. Gertrude «Ma» Rainey, Bessie Smith e Billie Holiday di Angela Davis. L'autrice di Donne, razza e classe (altro librone straordinario molto ordinato su Librostore) che racconta come questo genere musicale afroamericano abbiamo contribuito a sfidare l'ideologia dominante e in particolar modo come "il blues femminile infranse i rigidi tabù sulle rappresentazioni della sessualità che caratterizzavano i prodotti culturali dell'epoca".

 

Narrativa italiana: 15%

 

A pari merito con il femminismo troviamo la letteratura italiana. Nel 2022 ci sono stati molti libri importanti, ma ne citeremo soltanto alcuni. In primis uno dei candidati allo Strega edito da Minimum Fax: Nina sull'argine di Veronica Galletta, "Con una lingua modellata sull'esperienza, Veronica Galletta ha scritto un apologo sulla vulnerabilità che si inserisce in un'ampia tradizione di letteratura sul lavoro, declinandola in maniera personale." Anche se siamo nel campo della narrativa i riverberi delle istanze sociali del nostro tempo si fanno comunque sentire.

Lo dimostra anche un altro libro che ritorna e rivendica una posizione simile a quella ottenuta nel 2021 (era terzo tra i libri più venduti nel 2021): L'unica persona nera nella stanza di Nadeesha Uyangoda, targato 66thand2nd.

Entrando nel terreno degli esordi, ha riscosso grande successo Cos'hai nel sangue di Gaia Giovagnoli, edito da Nottetempo. Un libro originale, definito da Nicola H. Consentino su La Lettura "un piccolo manuale di fantantropologia" un racconto sul dramma dei rapporti umani "fra tradizioni nascoste, montagne infestate da spiriti bianchi, magia popolare e terribili maledizioni".

Sempre per Nottetempo, ma temporalmente lontano da questa narrazione, segnaliamo un libro arrivato sul podio del Premio Strega nel 1965Un inverno freddissimo di Fausta Cialente. Un libro che ha inaugurato la ripubblicazione di questa autrice da parte di Nottetempo.

 

Riviste di arte e letteratura: 7%

 

Il 7% non è una cifra irrisoria quando parliamo di riviste. Anche se negli ultimi anni le riviste stanno vivendo un momento d'oro non sono esattamente tra le categorie editoriali che vanno per la maggiore. Sono diverse le riviste che sono entrate nella proposta Librostore quest'anno, e che si sono aggiunte a quelle che stanno con noi sin dalla prima ora. 

Vogliamo assolutamente citare La Revue Dessinée Italia, progetto editoriale ispirato alla rivista francese La Revue Dessinée, una rivista trimestrale di giornalismo a fumetti, composta da circa circa 230 pagine tutte a colori. Giornalisti e fumettisti incrociano le penne e gli inchiostri per dare vita a inchieste, reportage e rubriche interamente a fumetti.

Nella top five delle riviste troviamo nuovamente Tamu, con Arabpop, rivista di arti e letterature arabe contemporanee, il numero 3, dedicato al Mare e il numero 2 sul tema Futuro sono stati tra i prodotti più ordinati nel 2022, ed è abbastanza sorprendente. Questo dato in particolare ribadisce non solo l'attenzione delle librerie verso certi temi, ma anche la fiducia riposta nel lavoro degli editori, quando si muove in direzione della qualità dell'attenta selezione e ideazione della linea editoriale.

Altre riviste degne di note, che compaiono in diverse posizioni ma che contribuiscono a rafforzare questo 7%, sono Menelique, una rivista di approfondimenti culturali per capire la realtà che ci circonda nata da un collettivo di creativi di Torino (ma che si arricchisce dei contributi che arrivano da ogni dove). L'ottavo numero ha registrato un ottimo dato, era incentrato intorno al tema SUD, e tra gli articoli presenti menzioniamo Morire a Sud, di Irene Costantino (con illustrazioni di Gianluca Chiavassa), in cui si denuncia il diritto alla salute negato in Calabria e Gente di giù Giuseppe (con illustrazioni di Edoardo Marconi), in cui Luca Scaffidi riporta gli stereotipi passati e presenti sulle persone meridionali. La copertina del numero 8 di Menelique è di Carol Rollo.

Prima di chiudere nominiamo la rivista Jacobin di Alegre, la versione italiana della rivista trimestrale della sinistra americana che offre un punto di vista socialista e anticapitalista su politica, economia e cultura, e Birdmen, rivista pubblicata da una casa editrice tra le new entry del 2022: Industria&LetteraturaBirdmen è uscita nuovamente in cartaceo negli ultimi mesi dello scorso anno. A distanza di due anni dall’ultimo numero cartaceo, con Brucia tutto viene data alle stampe "un’edizione speciale che cerca di mettere a fuoco le criticità del contemporaneo. Più di cinquanta contributor, decine di illustrazioni originali, oltre cento pagine incendiarie che raccontano il nostro presente attraverso il cinema, le serie e il teatro."

 

Graphic Novel, Albi Illustrati

 

Con una fetta del 5% per ognuna, all'interno della rosa delle categorie di libri ordinati troviamo Graphic Novel e Albi Illustrati. Queste due categorie sono in crescita sul nostro portale come in tutti i dati nazionali negli ultimi anni. Alcune case editrici entrate quest'anno sul portale hanno contribuito a far salire la percentuale delle graphic novel ordinate nell'ultimo anno. 

Tra le new entry nel settore graphic novel citiamo Diabolo, che pubblica fumetti e albi illustrati, e di cui segnaliamo due titoli eccezionali: Tutte le volte che ho scoperto di essere gay di Eleanor Crewes "Un graphic memoir che svela come la ricerca della propria identità non culmini necessariamente in un’unica, illuminante rivelazione, ma possa invece essere una continua e sorprendente scoperta"; e Corpi Alchemici di Thomas Gilbert, "un’opera mondo estrema, viscerale, che esplora le relazioni scavando in profondità nell’essere umano e nel suo potenziale." Da tenere d'occhio anche I Peperini, collana di fumetti e graphic novel per bambini.

Per la sezione Albi Illustrati abbiamo dato un caloroso benvenuto a UovoneroVanvere Edizioni.

Per quest'ultima casa editrice ci teniamo a menzionare due libri che pur non essendo tra le prime posizioni siamo certi che abbiano già conquistato il cuore di librai e lettori, e non abbiamo dubbi che continueranno a diffondersi: I numeri felici illustrato da Marco Corona e scritto da Susanna Mattiangeli. Un progetto grafico di Fausta Orecchio, un racconto sui numeri e su quante cose possono dirci, degli altri e di noi. L'altro titolo è I masochisti di Roland Topor, un album di disegni di un apprezzato incisore, illustratore di libri e umorista francese, che con F. Arrabal fondò il gruppo surrealista Panique. Insomma, una chicca.

 

Storia e critica della letteratura e Geografia e storia

 

Le ultime due categorie, che totalizzano entrambe il 5%, ci consentono di chiudere questa lunghissima panoramica. Il 5% di storia e critica della letteratura è importante per comprendere l'interesse profondo, reale e viscerale che i lettori delle librerie indipendenti e gli stessi librai e libraie hanno nei confronti della letteratura. Non è qualcosa da dare per scontato.

Per questa categoria meritano attenzione due libri usciti per Minimum Fax: Non è un pranzo di gala. Indagine sulla letteratura working class di Alberto Prunetti, un libro che "parla all’aspirante scrittore working class, ai lavoratori dell’editoria e ai lettori di qualunque classe, e ci ricorda che i libri che riempiono i nostri scaffali sono scritti, scelti e pubblicati da un pezzo piccolissimo di mondo". L'altro è Pranzi d'autore. Le ricette della grande letteratura di Oretta Bongarzoni, illustrato da Agnese Pagliarini e con prefazione di Davide Orecchio, uno sfiziosissimo libro di ricette dedicate alla profonda connessione tra cucina e letteratura.

C'è poi una collana che spopola in libreria, amatissima dai lettori e dalle lettrici, riesce sempre a collocare qualche titolo in ottima posizione. Stiamo parlando di Passaggi di Dogana di Giulio Perrone Editore. Potrebbe essere visto come un errore questa collocazione. Trattandosi di un format così strettamente legato ai luoghi abbiamo fatto rientrare questi titoli sotto questa etichetta, ma siamo consapevoli che si può collocare nel mezzo di diverse categorie (come musica, biografie, etc.) Qui diamo spazio a tre titoli diversi: A Roma di Giorgio Ghiotti dedicato alla poesia che popola Roma e che di questa città si è nutrita ed è stata specchio; A Bologna con Lucio Dalla di Giorgio Comaschi e A New York con Patti Smith di Laura Pizzino.

 

Conclusioni

 

Il report degli ordini del 2022 si chiude qui, anche se ci sarebbe ancora moltissimo da dire. C'è ancora moltissimo da fare. Ci teniamo a ottimizzare il servizio, e chi già ne usufruisce sa quanto siamo aperti ai feedback sull'utilizzo e sulle funzionalità. Periodicamente chiediamo conferme sul nostro modo di lavorare e ci informiamo su cosa possiamo fare per migliorare. Stiamo lavorando a diverse novità su vari fronti e speriamo di darvi qualche news a breve. Librostore è una fucina condivisa di creazione di una nuova filiera editoriale, speriamo che questa sintesi di quanto avvenuto quest'anno sul portale arrivi a tutte le persone interessate, a tutte quelle che vogliamo ringraziare, editori e librerie, e a chi vuole conoscerci meglio. Ci auguriamo che il 2023 porti a ciascuno di voi ancora più sorprese, tutte positive. A presto e grazie per l'attenzione.