Il tuo carrello

LIBERARE IL TEMPO. PAUL BLEY E LA TRASFORMAZIONE DEL JAZZ

di Bley Paul; Lee David

Casa editrice: Quodlibet

Disponibilità: In-stock

  • TRADUTTORE: Zobele G.
  • COLLANA: Chorus
  • ANNO EDIZIONE: 2022
  • IN COMMERCIO DAL: 09/11/2022
  • PAGINE: 192
  • SEZIONE: ARTI
  • DETTAGLIO: Jazz
  • ISBN: 9788822908421
  • LISTINO: 20,00 €
Quantità

ISBN: 9788822908421

Categorie: | SAGGISTICA

Tags | musica

LIBERARE IL TEMPO. PAUL BLEY E LA TRASFORMAZIONE DEL JAZZ

In quel microcosmo caotico e vivacissimo che è la vicenda del jazz, Paul Bley ci appare come un musicista inclassificabile. Sfugge a tutto: non proviene da nessuna scuola specifica, non è collocabile in un’area stilistica, il suo percorso creativo non segue il classico sviluppo lineare. Lo incontriamo in tanti momenti cruciali della storia: è stato un pioniere del free jazz sul pianoforte, si è avventurato prima di tutti nell’improvvisazione con i sintetizzatori, ha esplorato in modo spregiudicato la multimedialità audio-video, ha guidato la Jazz Composers Guild, la prima associazione di jazzisti d’avanguardia, ha gestito una casa discografica indipendente, la Improvising Artists Inc. Senza contare che è stato preso a modello da altri importanti pianisti: su tutti Keith Jarrett, che lo venerava, e che ancora nei primi anni Settanta suonava come il Bley di un decennio prima. Eppure egli ci appare ancora un artista inafferrabile, una figura a tratti sfocata. Questa sua autobiografia è preziosa: mette ordine nella vita di un artista multiforme e ci offre importanti testimonianze interne al mondo della musica.